Beppe Mecconi
Trabastýa
cent'anni di gente comune

Beppe Mecconi
Trabastýa
cent'anni di gente comune

… ho appena finito il tuo romanzo e ci tengo a comunicarti la mia ammirazione per i personaggi di un grande epos quotidiano che hai saputo creare; Amerigo e Adele, Angelo e Mina, che spicca su tutti per la sua forza. Intorno alla tua Trabastìa ruota la Storia con le sue tragedie, le famiglie con le loro gioie e le loro sofferenze, la vita di tutti, che tu cogli nei suoi antichi, veri sapori. I registri linguistici sono vari, giustamente alternati e ritmati, la sottotraccia dialettale qua e là dona ancora più vitalità alla prosa.
Giuseppe Conte, 29/7/19

… storie apparentemente semplici ma che assumono valori epici, perché dietro a ogni uscio di ogni casa è comunque stata scritta la Storia degli uomini. Prendono così corpo fiabe nelle quali è inevitabile riconoscersi. La fiaba che ci racconta Beppe Mecconi possiede un’ulteriore magia, perché nel paese che non c’è – Trabastìa – si dipana una storia tanto quotidiana da diventare eroica, senza mai tralasciare quelle singolarità eccezionali che riserva per noi la vita di ogni giorno. Poi la curiosità si accende vieppiù quando il ’Paese che non c’è’ diventa reale e denso di personaggi che hanno lasciato ricordi e di ricordi che hanno lasciato il segno. …
Marco Buticchi

Attraverso cent’anni di vita vissuta Mecconi evidenzia con pennellate di parole, come fossero dipinti, storie e personaggi che di volta in volta prendono forma e luci e ombre e si personificano davanti ai nostri occhi. È importante, nella vita che stiamo vivendo, recuperare momenti così. L’anima ringrazia.
Mariangela Guandalini



… ho appena finito il tuo romanzo e ci tengo a comunicarti la mia ammirazione per i personaggi di un grande epos quotidiano che hai saputo creare; Amerigo e Adele, Angelo e Mina, che spicca su tutti per la sua forza. Intorno alla tua Trabastìa ruota la Storia con le sue tragedie, le famiglie con le loro gioie e le loro sofferenze, la vita di tutti, che tu cogli nei suoi antichi, veri sapori. I registri linguistici sono vari, giustamente alternati e ritmati, la sottotraccia dialettale qua e là dona ancora più vitalità alla prosa.
Giuseppe Conte, 29/7/19

… storie apparentemente semplici ma che assumono valori epici, perché dietro a ogni uscio di ogni casa è comunque stata scritta la Storia degli uomini. Prendono così corpo fiabe nelle quali è inevitabile riconoscersi. La fiaba che ci racconta Beppe Mecconi possiede un’ulteriore magia, perché nel paese che non c’è – Trabastìa – si dipana una storia tanto quotidiana da diventare eroica, senza mai tralasciare quelle singolarità eccezionali che riserva per noi la vita di ogni giorno. Poi la curiosità si accende vieppiù quando il ’Paese che non c’è’ diventa reale e denso di personaggi che hanno lasciato ricordi e di ricordi che hanno lasciato il segno. …
Marco Buticchi

Attraverso cent’anni di vita vissuta Mecconi evidenzia con pennellate di parole, come fossero dipinti, storie e personaggi che di volta in volta prendono forma e luci e ombre e si personificano davanti ai nostri occhi. È importante, nella vita che stiamo vivendo, recuperare momenti così. L’anima ringrazia.
Mariangela Guandalini



Ufficio Stampa Rassegna Stampa Foreign Rights e-book VAI ALLA SCHEDA PDF
Ufficio Stampa Rassegna Stampa Foreign Rights e-book
Pubblicato il 13/02/2017
pagg. 246
formato cm. 13 x 20
Collana: LE OPERE E I GIORNI
Genere: Narrativa
ISBN 9788899415280

Prezzo di Copertina € 16.00
Pubblicato il 13/02/2017
pagg. 246
formato cm. 13 x 20
Collana: LE OPERE E I GIORNI
Genere: Narrativa
ISBN 9788899415280

Prezzo di Copertina € 16.00

acquista su Fenice Bookstore

compra su Fenice Bookstore

 
Commenti
Commenta »
Commenti Commenta anche tu