Luciana Vagge Saccorotti
Il Maestro svelato
Bulgakov riemerge dalla Lubjanka

Luciana Vagge Saccorotti
Il Maestro svelato
Bulgakov riemerge dalla Lubjanka

Scusi, non ci credo, non può essere, i manoscritti non bruciano, disse Woland, il diabolico protagonista di Il Maestro e Margherita, quando il Maestro gli confessò di aver bruciato il suo romanzo.

Nel suo capolavoro Bulgakov descrive l'incenerimento del romanzo del Maestro con le stesse identiche parole che aveva usate per raccontare la distruzione dei suoi Diari, quando gli furono restituiti dai Servizi segreti. Per fortuna,  gli Organi ne avevano fatto una copia che giaceva soffocata dalla polvere in attesa che le tetre sbarre della prigione si aprissero per ridare la Parola agli intimi pensieri dello scrittore.


Scusi, non ci credo, non può essere, i manoscritti non bruciano, disse Woland, il diabolico protagonista di Il Maestro e Margherita, quando il Maestro gli confessò di aver bruciato il suo romanzo.

Nel suo capolavoro Bulgakov descrive l'incenerimento del romanzo del Maestro con le stesse identiche parole che aveva usate per raccontare la distruzione dei suoi Diari, quando gli furono restituiti dai Servizi segreti. Per fortuna,  gli Organi ne avevano fatto una copia che giaceva soffocata dalla polvere in attesa che le tetre sbarre della prigione si aprissero per ridare la Parola agli intimi pensieri dello scrittore.



Ufficio Stampa Rassegna Stampa PDF assagio Foreign Rights e-book
Ufficio Stampa Rassegna Stampa PDF assagio Foreign Rights e-book
Pubblicato il 22/05/2016
pagg. 174
formato cm. 130 x 200
Collana: L'OROLOGIO DI MNEMOSINE
Genere: saggistica, ricerca universitaria
ISBN 9788896647912

Prezzo di Copertina € 18.00
Pubblicato il 22/05/2016
pagg. 174
formato cm. 130 x 200
Collana: L'OROLOGIO DI MNEMOSINE
Genere: saggistica, ricerca universitaria
ISBN 9788896647912

Prezzo di Copertina € 18.00


Se vuoi comprare con carta di credito vai su Amazon

Se invece vuoi pagare con Bonifico Bancario, procedi qui di seguito


Quantità:
Quantità:

 
Commenti Commenta anche tu
Commenti Commenta anche tu
Minuziosa, ma al tempo stesso appassionata ricostruzione di un’epoca di violenza sugli uomini e sulla cultura. L’apparato repressivo stalinista, con la sua combinazione di burocrazia e di ottusa crudeltà ne esce perfettamente descritto, così come i suoi effetti distruttivi sull’esistenza di Bulgakov; i documenti svelano uno scrittore tormentato, forse più che dalle restrizioni, dall’impossibilità di conformarsi alle richieste del regime, cogliendo le opportunità che gli vengono offerte in cambio della rinuncia a sé stesso. Prezioso per chi già ama e conosce il contesto, meno leggibile – forse – per chi vi si accosta per la prima volta.
Sivori (via Amazon) 24/10/2016
Minuziosa, ma al tempo stesso appassionata ricostruzione di un’epoca di violenza sugli uomini e sulla cultura. L’apparato repressivo stalinista, con la sua combinazione di burocrazia e di ottusa crudeltà ne esce perfettamente descritto, così come i suoi effetti distruttivi sull’esistenza di Bulgakov; i documenti svelano uno scrittore tormentato, forse più che dalle restrizioni, dall’impossibilità di conformarsi alle richieste del regime, cogliendo le opportunità che gli vengono offerte in cambio della rinuncia a sé stesso. Prezioso per chi già ama e conosce il contesto, meno leggibile – forse – per chi vi si accosta per la prima volta.
Sivori (via Amazon) 24/10/2016