Fausto Figone
Dalla zappa al moschetto
La Grande Guerra vissuta da una comunitÓ contadina

Fausto Figone
Dalla zappa al moschetto
La Grande Guerra vissuta da una comunitÓ contadina

Alla scala della comunità locale, Figone ha ricostruito una storia "dal basso" della guerra, con l'inserimento dei punti di vista degli attori sociali, i soldati e le loro famiglie. Ha cercato e ha trovato una parte delle loro testimonianze epistolari; ha ricostruito il contesto locale sotto il profilo demografico e professionale, e in relazione ai movimenti migratori, e ha costruito anche una rete di fonti più ampia; ha allargato la ricerca agli archivi nazionali per ricostruire le biografie della mobilitazione. Le schede sintetiche costruite sulla base dei fogli e dei ruoli matricolari consentono di individualizzare l'esperienza della guerra nel comune di Castiglione. Il lavoro di Figone ha anche il merito di offrire ai lettori locali e non, e ai ricercatori, un eccellente apparato fotografico e iconografico in stretta sinergia col testo e la narrazione.
Il titolo del libro è bello e evocativo. Ma la comunità di Castiglione non era fatta soltanto di contadini; era una società stratificata con un'élite che negli anni della guerra ha un ruolo importante nella costruzione di reti di sostegno e di intermediazione tra le famiglie e i figli al fronte.
La comunicazione, condizionata dalla censura, fa intravedere tracce minute ma forse essenziali di storie individuali a cui Figone ha cercato di dare un contesto. La bellissima foto-cartolina della cascata sul sentiero della Vasca che il padre manda a Adolfo Venuti ha forse un significato denso nella topografia dei luoghi che non riusciamo a mettere a fuoco.
Alcuni nomi dei caduti, ovvero di coloro che non hanno potuto rivedere quei luoghi, sono nella lapide sul campanile della chiesa di Velva, che recita, forse con retorica sincera: "per il santo ideale della patria nella guerra di redenzione 1915-1918 immolarono la loro balda giovinezza".
Senza retorica, Fausto Figone ha scritto, ancora una volta con passione, un capitolo importante della storia della sua comunità.

(dalla Prefazione del professor Osvaldo Raggio)



Alla scala della comunità locale, Figone ha ricostruito una storia "dal basso" della guerra, con l'inserimento dei punti di vista degli attori sociali, i soldati e le loro famiglie. Ha cercato e ha trovato una parte delle loro testimonianze epistolari; ha ricostruito il contesto locale sotto il profilo demografico e professionale, e in relazione ai movimenti migratori, e ha costruito anche una rete di fonti più ampia; ha allargato la ricerca agli archivi nazionali per ricostruire le biografie della mobilitazione. Le schede sintetiche costruite sulla base dei fogli e dei ruoli matricolari consentono di individualizzare l'esperienza della guerra nel comune di Castiglione. Il lavoro di Figone ha anche il merito di offrire ai lettori locali e non, e ai ricercatori, un eccellente apparato fotografico e iconografico in stretta sinergia col testo e la narrazione.
Il titolo del libro è bello e evocativo. Ma la comunità di Castiglione non era fatta soltanto di contadini; era una società stratificata con un'élite che negli anni della guerra ha un ruolo importante nella costruzione di reti di sostegno e di intermediazione tra le famiglie e i figli al fronte.
La comunicazione, condizionata dalla censura, fa intravedere tracce minute ma forse essenziali di storie individuali a cui Figone ha cercato di dare un contesto. La bellissima foto-cartolina della cascata sul sentiero della Vasca che il padre manda a Adolfo Venuti ha forse un significato denso nella topografia dei luoghi che non riusciamo a mettere a fuoco.
Alcuni nomi dei caduti, ovvero di coloro che non hanno potuto rivedere quei luoghi, sono nella lapide sul campanile della chiesa di Velva, che recita, forse con retorica sincera: "per il santo ideale della patria nella guerra di redenzione 1915-1918 immolarono la loro balda giovinezza".
Senza retorica, Fausto Figone ha scritto, ancora una volta con passione, un capitolo importante della storia della sua comunità.

(dalla Prefazione del professor Osvaldo Raggio)



Ufficio Stampa Rassegna Stampa
Ufficio Stampa Rassegna Stampa
Pubblicato il 15/05/2015
pagg. 482
formato cm. 17 x 24
Collana: L'OROLOGIO DI MNEMOSINE
Genere: saggistica, ricerca universitaria
ISBN 9788896647400

Prezzo di Copertina € 25.00
Pubblicato il 15/05/2015
pagg. 482
formato cm. 17 x 24
Collana: L'OROLOGIO DI MNEMOSINE
Genere: saggistica, ricerca universitaria
ISBN 9788896647400

Prezzo di Copertina € 25.00

compra su

compra su

 
Commenti
Commenta »
Commenti Commenta anche tu