Cinzia Boccamaiello
Clemenza dell'inverno

Cinzia Boccamaiello
Clemenza dell'inverno

Introduzione di Roberto R. Corsi  

Introduzione di Roberto R. Corsi  

"Mi godo questo sole, / questa nuova mattina; / galleggio sulla vita leggera e abbandonata: / filo di fumo, bolla di sapone. Scientemente frugale, la poesia di Cinzia Boccamaiello si accorda intimamente con il mondo, ne segue rispettosamente i moti a un tempo ciclici e lineari, l'alternarsi delle stagioni e il procedere dell'etÓ. Sembra - immagine cara all'Autrice e presente in questa silloge - un gatto sul grembo del padrone, che si appaga del tepore del corpo e s'assopisce al ritmo intercostale del respiro."


"Mi godo questo sole, / questa nuova mattina; / galleggio sulla vita leggera e abbandonata: / filo di fumo, bolla di sapone. Scientemente frugale, la poesia di Cinzia Boccamaiello si accorda intimamente con il mondo, ne segue rispettosamente i moti a un tempo ciclici e lineari, l'alternarsi delle stagioni e il procedere dell'etÓ. Sembra - immagine cara all'Autrice e presente in questa silloge - un gatto sul grembo del padrone, che si appaga del tepore del corpo e s'assopisce al ritmo intercostale del respiro."


Ufficio Stampa Rassegna Stampa
Ufficio Stampa Rassegna Stampa

compra su

compra su

 
Commenti Commenta anche tu
Commenti Commenta anche tu