Michelangelo Cocurullo
La cortina di bambù

Una significativa rassegna di reportages dalla Cina popolare di alcuni dei maggiori e più influenti intellettuali italiani:  Carlo Cassola, Franco Fortini, Alberto Arbasino, Luigi Malerba, Goffredo Parise, Vittorio Sereni, Mario Luzi, M. A. Macciocchi, Giorgio Manganelli, Curzio Malaparte, Alberto Moravia, Carlo Bernari, Tiziano Terzani e molti altri,  che ci restituiscono l'immagine del grande paese asiatico filtrata attraverso le loro diverse sensibilità, ma accomunate dal comune amore della conoscenza, di fronte alla cui sfida, sovente, si dichiara vinta la stessa ragione.

Il presente lavoro non può né intende presentarsi come una rassegna completa delle impressioni di viaggio di tutti gli Italiani che si sono recati nella Repubblica Popolare Cinese in tempi recenti, ma si limiterà inevitabilmente ai relatori più significativi ed influenti dei periodi maoista (1949-1976) e primo-riformista (1976-1989). Esso costituisce piuttosto una disamina comparativa sull’idea che della Cina si ha avuto in Occidente prima della fase neocapitalista attuale, iniziata prepotentemente a partire dagli anni Novanta: si evidenzieranno, accanto alle analogie di vedute, le divergenze, o meglio le diverse prospettive di interpretazione, riconducibili alle particolari concezioni culturali e politiche di ciascun autore, ma anche ai divergenti sviluppi storici, politici, sociali ed economici dei paesi di provenienza e di destinazione.

Saggio storico sulla Cina nei reportages italiani della seconda metà del Novecento. Opera indispensabile per conoscere e capire la Cina e il suo caleidoscopico universo.


      english version
Pubblicato il 01/08/2007
pagg. 272
formato cm. 17 x 24
Collana: L'OROLOGIO DI MNEMOSINE
Genere: Non-fiction
ISBN 9788895010243

Prezzo di Copertina € 20.00



Quantità: